Inversus

ANNATE

Scarica la scheda in base all'annata

Vendemmia 2007

Vendemmia 2009

 

 

Casaloste produce un vino IGT (Indicazione Geografica Tipica) l’ Inversus. Il suo nome è stato ispirato da una particolare sindrome genetica in cui tutti i principali organi viscerali dell'uomo sono posizionati in forma speculare rispetto alla norma. Federico d’Orsi, terzogenito di Giovanni ed Emilia, proprietari di Casaloste, ha questa particolarità. Con questo vino dedicato a lui - ecco perché c'è la sua impronta digitale al centro della etichetta - i suoi genitori hanno voluto interpretare l’imprevedibilità della natura e la capacità che spesso ha di essere speculare a se stessa e alle sue leggi. Inversus è il nome di un vino che segna una inversione, una nuova interpretazione del territorio capace di esprimere non soltanto la grandezza del suo principale vitigno autoctono il Sangiovese, ma anche del Merlot che nella terra di Panzano in Chianti trova una superba interpretazione delle sue potenzialità.

Uve: Sangiovese 10% Merlot 90%

Vinificazione: in vasca inox da 50 HL, lievito secco selezionato per la produzione di grandi vini rossi da invecchiamento che rilascia un elevato contenuto di polisaccaridi nel vino, estrazione soffice dei polifenoli dalle bucce con “ delestage e “macroboulage”

Invecchiamento: per 16 mesi barriques di rovere francese (Allier), nuove per il 30%, di un anno per il 70% con microossigenazione

Temperatura di servizio: 17-18°C

Certificazioni: Prodotto Biologico certificato ICEA (Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale)

Abbinamenti: carni grigliate, maiale arrosto, cacciagione, salami o formaggi molto stagionati, da solo in meditazione

 

 

2009 2010 2011 2012 2013 2014
James Sukling
96/100
2000 Vini AIS
4 grappoli
4 grappoli
Guida Veronelli
92/100